giovedì 15 febbraio 2018

Assistenti 2018: Luisa Casu

Abbiamo invitato al symposium femminile delle qualificate insegnanti italiane che possano affiancare le insegnanti straniere durante le sessioni in acqua, sia per condividerne l'esperienza formativa e didattica che per facilitare l'inclusione delle partecipanti con traduzioni simultanee dall'inglese all'italiano.
Siamo molto contente di presentare la prima assistente che ha risposto all'invito.

Luisa Casu



Nel 1991 sono stata invitata a partecipare, in quanto naturalista, esperta di ecosistemi acquatici, ad un viaggio ad Augsburg che aveva lo scopo di promuovere e far nascere il primo circolo italiano di Legambiente legato al mare vissuto in modo armonioso attraverso il kayak.
È da quel momento che sono entrata nel mondo della “canoa”, lo stesso anno infatti ho contribuito a fondare il Circolo Canoaverde. Pratico il kayak da moltissimi anni, per divertimento e turismo.
Ho iniziato da autodidatta con una pagaia europea e un vecchio kayak da slalom preso in prestito. E per molti anni ho continuato così: a Genova, nonostante il mare e la riviera bellissima, non c’era nessuno che praticasse il kayak da mare, ma tanti discesisti e slalomisti che andavano anche in mare con mezzi non adeguati. Così non avevo esempi da seguire o dai quali imparare…
Nel 1998 ho seguito un corso di canoa fluviale sul fiume Soča, in Slovenia, ma il mio ambiente acquatico preferito rimane il mare.
Nel 2003 e 2004 ho co-organizzato le due edizioni di Ecokayak: incontri ed escursioni in kayak organizzati a Genova e dintorni su come vivere il mare con il kayak in sicurezza. In quell’occasione ho incontrato per la prima volta Tatiana e Mauro e l’Associazione Sottocosta.
Ma solo nel 2005, all’Elba Mare Marathon, ho iniziato ad usare i veri kayak da mare e le pagaie groenlandesi. È stata una vera scoperta che ha aperto un modo: poter finalmente navigare in modo sicuro portandosi dietro tutto ciò che serve per il campeggio nautico!

Ma la scoperta più bella è stata con la pagaia groenlandese: non ho più smesso di usarla e ne ho diverse, in legno e in carbonio e sono particolarmente affezionata alla prima, un’aleutina in legno che ho costruito insieme a mio padre nel 2006.
Ho sempre viaggiato molto, lungo le coste e le tante isole italiane, ma anche all'estero, partecipando a raduni e simposi ed escursioni di più giorni in Grecia, Francia e Svezia.
Sono costantemente impegnata perché il Circolo Canoaverde sia sempre attivo e vivace, tengo corsi di kayak da mare e organizzo escursioni, raduni e l’annuale stage di kayak da mare all’Isola Palmaria, un corso residenziale intensivo che si conclude con il tour delle isole del Golfo della Spezia. Nel 2018 verrà fatto ai primi di giugno.
Mi piace organizzare viaggi e praticare l’escursionismo, e, oltre al kayak, l’altra grande passione è la bicicletta, che uso sia per gli spostamenti quotidiani a Genova, sia per escursioni e viaggi. Bici e kayak sono due facce dello stesso modo di viaggiare e conoscere: consentono il contatto con la natura e le persone in modo lento, discreto e silenzioso, con un’impronta leggera e non invadente.
Ho conseguito il brevetto di Level 1 Coach British Canoeing nel 2012 e nel 2013 le 3 Stelle BC. Nel 2014 sono diventata Istruttrice di kayak da mare FICK-Sottocosta.


In 1991 I've been invited to participate, as a naturalist, experienced of aquatic ecosystems, to a trip to Augsburg to promote and create the first Italian club of Legambiente. Starting from that moment, I've entered the "canoe" world and the same year I've contributed to found the Club Canoaverde.
I have been practising kayak since many years then, for fun and tourism.
I was an autodidactic at the beginning, starting with an European paddle and an old rented slalom kayak. And I went ahead that way for many years: in Genoa, despite the sea and the very beautiful coastline, there was not a proper sea kayaker community, but many slalom and race kayakers. So I didn't have any example to follow or from which to learn.
In 1998 I've taken a river kayak course on the Soca river, in Slovenia, but my favourite aquatic environment remains the sea.
In 2003 and 2004 I've co-organized the two editions of Ecokayak: sea kayak meetings and excursions around Genoa to start living the sea in a safety way. At that time I've met for the first time Tatiana and Mauro and the Sottocosta national association.
But only in 2005, taking part in the Elba Marathon Sea Kayak Meeting, I've started use a proper sea kayak and a Greenland paddle. It was a true discovery that has opened to me a new world: to be finally able to navigate in a safety way and to bring with me all I needed for nautical camping!

But the most beautiful discovery to me has been with the Greenland paddle: I've not stopped anymore to use it and I now have different models, made both in wood and carbon. I am particularly affectionate to the first one, a wooden made Aleutian paddle that I've built with my father in the 2006.
I've always traveled a lot, both along the coast and the so many Italian islands, and also to foreign countries, participating in meeting and trips in Greece, France and Sweden.
I'm constantly involved in the Canoaverde Club activities: I hold sea kayak courses and I organize excursions and the annual sea kayak stage to the Palmaria Island, an intensive residential course that end off with the tour of the islands of the La Spezia Gulf. In 2018 it will be at the beginning of June.
I like to organize trips, both is sea kayak and bicycle, that I use for the daily transfers in Genoa. Bike and kayak are for me two faces of the same way to travel and to know the world: they allow to reach a contact with the nature and the people in a go-slow mode, discreet and silent, with a non intrusive and light imprint.
I'm a British Canoeing Level 1 Coach since 2012 and 3* paddler since 2013. In 2014 I also became Sea Kayak Instructor of the Italian Federation FICK.

mercoledì 7 febbraio 2018

Assistenti 2018: Patrizia Matticari

Abbiamo invitato al symposium femminile delle qualificate insegnanti italiane che possano affiancare le insegnanti straniere durante le sessioni in acqua, sia per condividerne l'esperienza formativa e didattica che per facilitare l'inclusione delle partecipanti con traduzioni simultanee dall'inglese all'italiano.
Siamo molto contente di presentare la prima assistente che ha risposto all'invito.

Patrizia Matticari



Fin da piccola lo sport è stato la mia passione.
Si sono succeduti diversi tipi di sport perché mi piace provare di tutto, specie quelli all’aria aperta.
Vengo da Pesaro, una cittadina sul Mar Adriatico, quindi la mia passione per il mare è stata ed è sempre una costante. Sono stata una delle prime windsurfiste in Italia, cavalcando onde e vento di diversi posti del mondo, poi è nata la passione della montagna che mi ha portato verso altre vette
Ho frequentato l’ISEF in Urbino e per specializzarmi nella danza mi sono trasferita a Roma.
Insegno scienze motorie in un istituto superiore e quando ho scoperto il kayak da mare ero già grande, ma è stato amore a prima vista. Condivido questa passione con mio marito quindi le nostre vacanze sono state, ultimamente, orientate ai viaggi di trekking nautico in diverse parti d’Italia.
Sono tecnico di base della FICK.


Since I was a child, sport has been my passion.
There have been several different sports because I like to try everything, especially outdoor activities.
I was born and grew up in Pesaro, a small town on the Adriatic Sea, so the passion for the sea has been and it always is a constant in my life.
I was one of the first  female windsurfers in Italy, riding waves and wind in many different places all around the world, then the passion for the mountain was born and has led me to other peaks...
I attended the ISEF in Urbino and I moved to Rome to complete my specialization in dance.
I actually teach physical education in a higher institute and when I discovered sea kayaking I was already great, but it was love at first sight. I share this passion with my husband so our holidays have been, lately, oriented to the sea kayak trekking in different parts of Italy.
I'm holding a FICK basic award.

mercoledì 31 gennaio 2018

Patrocini 2018

E' con grande piacere che riceviamo e pubblichiamo il patrocinio ricevuto dagli enti locali Comune di Genova e Regione Liguria e dagli enti di promozione sportiva FICK, Sottocosta e FICT.
Abbiamo anche ottenuto dalla FICT - Federazione Italiana Canoa Turistica, un generoso contributo per il primo symposium femminile italiano di kayak "Il sorriso del mare": grazie di cuore!






We are proud to announce that we've received the official recognition of some Local Authority such as Genova Municipality and Ligurian Distric and also the free legal aid of some national paddling institution such as FICT, national association Sottocosta and FICK - Federazione Italiana Canoa Kayak.
We are also economically supported by the generous FICT - Italian Federation of Tourist Canoe, the first incoming for the first Italian female sea kayak symposium "The smile of the sea": thanks a lot!     

lunedì 22 gennaio 2018

Ospiti 2018: Chiaretta Aldeni

Il nostro primo symposium si arricchisce di una lezione d'eccezione con un'ospite d'eccezione, la psicologa e psicoterapeuta Chiaretta Aldeni, anche lei canoista d'esperienza, che terrà un incontro sulla gestione delle emozioni in situazioni non ordinarie dal titolo "Il canoista e l'acqua: Red & Toby, nemici-amici!"

Chiaretta Aldeni



Ho cominciato ad andare in fiume circa sette anni fa, ma solo da cinque ho fatto alcune esperienze in acque bianche fino al terzo grado. Canoisticamente parlando mi ritengo poco più che una principiante. Da due anni pratico rafting in una squadra master femminile ( a questo proposito ci sono posti liberi se qualcuna con più di 40 anni vuole provare...!!) e nel mare soffro il mal di mare! Sarà che sono nata sul fiume e come pesce d'acqua dolce soffro l'onda lunga...
Ma non voglio arrendermi e i giorni del symposium me li voglio giocare tutti.
Ritengo il fiume, e l'acqua in generale, il più grande maestro di vita

Di mestiere faccio la psicologa/ psicoterapeuta e la formatrice.
Ho due specialità, ma soprattutto ho  una formazione specifica  nel trattamento di persone pluri-traumatizzate ( abusi, maltrattamento, vittime di terrorismo, lutti traumatici...tutta roba leggera :-). Mi occupo di psicologia dell'emergenza, coordino gli psicologi dell'unità di crisi della provincia di Bergamo e ho fatto tanti interventi nelle maxi emergenze dei terremoti. Faccio parte dell'albo dei formatori dell'ASL di Bergamo.

Il mio intervento programmato per la prima serata del symposium si focalizza sulla spiegazione dei meccanismi di risposta alla paura, della loro funzione, di come possiamo riconoscerli e quindi gestirli; come ci si rapporta a una persona in stato di shock, come funzionano i neuroni specchio… tutto spiegato in modo semplice e facilmente fruibile da chi ascolta.
Da qui il titolo dell’incontro: “Il canoista e l'acqua: Red & Toby, nemici-amici!"ovvero la gestione delle emozioni in situazioni non ordinarie (qualcuno le definisce in ambiente ostile, ma a me non piace: quelli ostili siamo noi, non l'ambiente!).


C'è poi un discorso legato alla gratitudine e alla benedizione dell'acqua a cui tengo molto.
Masaru Emoto è uno scienziato giapponese morto tre anni fa, che ha messo a punto la tecnica di fotografare i cristalli dell'acqua scoprendo così che l'acqua non solo ha memoria, ma è anche estremamente sensibile ai pensieri, alle emozioni e alle parole che le rivolgiamo. Nell'acqua c'è la memoria di offese, aggressività... e se noi mettiamo altra memoria fatta di amore, gratitudine, compassione, questa memoria farà il giro del pianeta. L'acqua è vita e lei contiene la memoria di tutta la nostra vita, proprio come il DNA, è un vero e proprio essere vivente.
In questo fase di grande accelerazione e cambiamento per l'umanità, proteggere e benedire l'acqua vuol dire proteggere e benedire la vita. Penso alla potenza di questa " preghiera" fatta da un gruppo di donne con il cuore aperto e con l'intento di benedire la vita!! Il nostro pianeta, la nostra grande madre ne ha estremo bisogno ora, e se riconosciamo che noi siamo UNO con il tutto sappiamo che l'umanità non può salvarsi se non si salva lei.
Sono stati fatti studi importanti a sostegno dell'importanza del nostro atteggiamento verso l’acqua.
Quel che possiamo fare al symposium è semplicissimo: usare una manciata di minuti per ringraziare l'acqua e benedirla con parole semplici e con grande amore, tutte insieme!

mercoledì 17 gennaio 2018

Insegnanti 2018: Elke Grunwald

Siamo contente di presentare le insegnanti che prenderanno parte al primo symposium femminile italiano di kayak "Il sorriso del mare": sono quattro tra le migliori insegnanti donne di kayak da mare a livello europeo e mondiale e le introduciamo una alla volta con un doppio testo inglese-italiano.
Elke Grunwald sostituisce Eva-Lotta Backman, un'altra bravissima insegnante che avevamo invitato ma che purtroppo non riesce a partecipare all'edizione 2018 del nostro symposium...

Elke Grunwald



I started paddling for more than 20 years, when I moved to Bremen, North-Germany where I still live. Inspired by all the water around I bought an old folding boat and went out on the rivers nearby.
Later I learned a lot about paddling in my kayak club and started guiding tours in Germany, Poland, Denmark and Sweden for the members of the club. 
Meanwhile I am holding a Trainer-C and a Trainer-B License at the DKV (German Kanu Association). In my kayak club I build up the youth group and I do kayak courses for children and adults. Since three years I am the Training Coordinator of the province Bremen in the DKV and do also courses for the Trainer-C candidates.

In 2008 I discovered a new world of paddling: Seakayaking!

Since then I am a member of the SALZWASSER UNION (Saltwater union) and holding an A-, B-, and C-License, which means I am a certified leader sea and a certified trainer.  I started to do some training courses specially for women, where we shared our knowledge and inspired us to try new things.

I love to do long distance trips by kayak, having all I need in my kayak. At the weekends you can easily find me somewhere between the East Frisian Islands or on the Baltic see. Or I do courses or guided trips for Seakayaking Germany.
And I always love to coach and inspire others to go out on the sea for paddling - as well as I love to learn more for myself and from every one of you about paddling.
In my holidays I have done expedition tours in Greenland, Thailand & Cambodia and the Caribbean.
My biggest adventure was in 2016, when I have had a sabbatical of half a year to paddle the Caribbean from Grenada up to the BahamasI am glad to do a multimedia-show about this trip on the symposium.
I am looking foreward to meet you all at the "symposium femminile italiano di kayak Il sorriso del mare - The smile of the sea"!


Ho iniziato a pagaiare più di vent’anni fa, quando mi sono trasferita a Brema, nel nord della Germania, dove attualmente vivo. Motivata da tutta quell’acqua intorno a me, ho comprato un kayak in tela smontabile e ho cominciato a pagaiare sui fiumi vicini.
Ho poi imparato molto sul kayak da mare frequentando la mia associazione e partecipando con gli altri iscritti a viaggi guidati in Germania, Polonia, Danimarca e Svezia.
Nel frattempo ho conseguito il brevetto Trainer-C e Tranier-B della DKV, l’associazione tedesca di kayak fluviale. Ho fatto crescere il gruppo di giovani pagaiatori della mia associazione e offro corsi di kayak fluviale per giovani e adulti. Da tre anni sono la coordinatrice degli allenatori della provincia di Brema e organizzo corsi per i candidati al brevetto di Trainer-C.

Nel 2008 ho scoperto un nuovo mondo: il kayak da mare!
Da quel momento sono diventata socia della Salzwasser Union (l’associazione tedesca di kayak da mare, salzwasser = acqua salata) con la quale ho conseguito i brevetti A, B e C come guida e  istruttrice. Ho anche iniziato a proporre corsi specifici per le donne, durante i quali condividiamo le nostre esperienze e sperimentiamo nuove tecniche.

Amo fare lunghi viaggi in kayak, portandomi dietro tutto quel che occorre. Nei fine settimana potete facilmente trovarmi a pagaiare tra le Isole Frisone Orientali oppure nel Mar Baltico, oppure a proporre corsi per Seakayaking Germany.
Mi piace molto insegnare ed ispirare gli altri ad andare in mare per imparare a pagaiare, così come mi piace sempre imparare cose nuove da ogni altro pagaiatore.
Durante le mie vacanze ho organizzato viaggi in kayak in Groenlandia, Tailandia & Cambogia e ai Caraibi.
La mia più grande avventura è stata nel 2016 quando ho preso un mezzo anno sabbatico per andare in kayak ai Caraibi, pagaiando da Grenada verso nord fino alle Bahamas. Sono contenta di poter presentare questo viaggio a Genova e sono molto contenta di incontrare presto tutte voi al symposium femminile italiano di kayak "Il sorriso del mare"


domenica 10 dicembre 2017

Insegnanti 2018: Anna Moreno Bernat

Siamo contente di presentare le insegnanti che prenderanno parte al primo symposium femminile italiano di kayak "Il sorriso del mare": sono quattro tra le migliori insegnanti donne di kayak da mare a livello europeo e mondiale e le introduciamo una alla volta con un doppio testo inglese-italiano.

Anna Moreno Bernat



I started kayaking on 2003 and I got very soon hooked and fascinated by the sport.
Loving the contact with nature and the options of playing, expeditioning and knowing areas from a different perspective. 
I love paddling close home, in the Costa Brava, as well as finding the excuse to travel and discover new places and meet and learn from kayakers from all around the world.
You may easily find me anywhere with a bit of coastline, travelling with my van and my kayak on top.
Some of my favourites destinations are Brittany in France, Wales, Greenland and the Scandinavian countries. 

I love coaching and spreading my enthusiasm for sea kayaking.
One of my favourite moments is that smile after a first roll or a manoeuvre that had been resisting before.
I started teaching in my local club “Pagaia” in Catalunya, and then become a certified coach by Spanish federation and Coach Level 2 by British Canoeing. 
I’ve had the opportunity to coach in different events in Catalunya, Spain, UK, Estonia, Norway and Denmark, and I’m delighted to be part of the first Italian Women Sea Kayak Symposium – the smile of the sea on Easter 2018.


Ho iniziato a pagaiare nel 2003 e sono stata presto affascinata e assorbita dall'attività.
Amo il contatto con la natura e la possibilità di viaggiare e conoscere nuovi luoghi da una prospettiva differente.
Mi piace pagaiare vicino a casa, nella Costa Brava, ma adoro cercare nuove scure per viaggiare e scoprire nuovi posti e per incontrare altri kayaker da tutto il mondo con i quali imparare.
Potete facilmente trovarmi ovunque ci sia un tratto di costa mentre mi sposto con il mio camper ed il mio kayak sul tetto.
Alcune delle mie mete preferite sono la Bretagna in Francia, il Galles, la Groenlandia ed i paesi scandinavi.

Adoro insegnare e condividere il mio entusiasmo per il kayak da mare.
Uno dei miei momenti favoriti è quando compare un sorriso dopo il primo rolling oppure dopo una manovra che prima non riusciva.
Ho iniziato ad insegnare presso la mia associazione “Pagaia” in Catalogna e poi sono diventata una insegnante qualificata della Federazione Spagnola e anche Level 2 Coach della British Canoeing.
Ho avuto l’occasione di insegnare in diversi eventi organizzati in Catalogna, Spagna, Inghilterra, Estonia, Norvegia e Danimarca e sono molto felice di prendere parte al primo symposium femminile italiano “Il sorriso del mare” nel periodo pasquale del 2018.

sabato 25 novembre 2017

Insegnanti 2018: Jannie Heegaard

Siamo contente di presentare le insegnanti che prenderanno parte al primo symposium femminile italiano di kayak "Il sorriso del mare": sono quattro tra le migliori insegnanti donne di kayak da mare a livello europeo e mondiale e le introduciamo una alla volta con un doppio testo inglese-italiano.

Jannie Heegaard



I have been seakayaking for 18 years and have been working as a seakayak coach since 2004.
I prefer seakayaking and open canoeing, and have been flirting with freestyle canoing as well - if you don’t know what it is please google it :-)
I’m a Danish level 3 coach, a BCU 4 star and have a Norwegian open canoe coach degree in riverpadling and work with instructor levels 1 – 3, and EPP 1-3. 
I was the first female level 3 coach in Denmark and 8 years ago I started a women’s symposium in Denmark, and have been involved with the Artic Womens Playground Symposium, a women’s symposium in Northern Norway, for the last four years as well. 
I mostly coach in Denmark and Norway and work both as an assessor, coach and trainer.
During the past 10 years I have been working freelance for the Danish Canoe Federation and have been involved in a lot of other educational projects, organizing symposiums and have closely involved in implementing the EPP system in Denmark and developing the new coach system.
My educational background is in sports science, outdoor activities and a masterdegree in general education. I currently work as a counselor for vulnerable youth and also teach both yoga and pilates.

I love my greenland paddles, love greenland rolling and have held a great number of rolling sessions.
I also love to make funny, creative workshops focused on good solid paddling technique and paddling with less power and paddling more efficiently.
In recent years I have been working with ex. kayakballet, inspiring people to dance with their kayak – inspired by freestyle canoeing – that claims to make lazy perfectionists out of everybody. In relation to this I like to make people do really funny paddling strokes in order to make their brains go crazy and to make them laugh a lot – and hopefully learn new things about themselves and their own personal Body-Boat-Blade (Stick).
I also work with the mental side of paddling especially with female paddlers and I’m currently working on a ‘yoga with a stick’ workshop… simply because I love yoga… and love my greenland paddle.

Last year I’ve become very interested in traditional kayakbuilding and so far I have build a southgreenland qajaq and  iqyax, both with Anders Thygesen, Kajakkspesialisten Norway, and I hope to build a rollingqajaq during this winter as well. Skills in this takes so many years to get, so I feel enormously humble to the work Anders and other builders does and all the inuit people who have lived and hunted in Qajaqs like this so many years ago.


Ho iniziato a pagaiare 18 anni fa e ad insegnare nel 2004.
Preferisco il kayak da mare e la canoa canadese ma sono anche molto interessata alla canoa freestyle - se non sapete cos'è, cercate su google “freestyle canoeing” :-)
Sono una insegnante danese di terzo livello, ho un brevetto BCU 4 stelle e un titolo norvedese per la canoa canadese in fiume. Lavoro come insegnante di livello 1-3 anche per il sistema EPP 1-3, sia in Danimarca che in Norvegia e rivesto i vari ruoli di assessor, coach e trainer.
Sono stata la prima donna danese a diventare un insegnante di terzo livello e 8 anni fa ho dato vita al symposium danese di donne in kayak. Sono stata anche coinvolta in tutte le edizioni del symposium femminile norvegese Arctic Womend Playground che si svolge da quattro anni a Tromso, nella Norvegia settentrionale.
Negli ultimi 10 anni ho lavorato come insegnante freelance per la federazione danese di canoa e ho preso parte in molti programmi educativi, nell’organizzazione di symposiums e nella promozione del sistema europeo EPP come referente per la Danimarca nello sviluppo dei nuovi programmi didattici.
Sono laureata in scienze dello sport ed in “outdoor activities” e ho conseguito un master in “general education”. Lavoro come consulente di adolescenti a rischio, oltre ad insegnare yoga e pilates.

Adoro la mia pagaia groenlandese e amo il “greenland rolling”.
Ho tenuto molte sessioni di rolling groenlandese e mi piace offrire lezioni divertenti e creative incentrate su buone tecniche di pagaiata ma anche su come pagaiare in maniera più efficiente e con minore sforzo.
Negli ultimi anni ho sviluppato delle lezioni di “kayak ballet” per incoraggiare le persone a danzare con i propri kayak: ho tratto ispirazione dalla canoa freestyle e vorrei stimolare le persone a tirar fuori la propria anima perfezionista (per quanto possa essere pigra o indolente). Per questo cerco di proporre delle manovre molto divertenti per mandare il cervello in corto circuito e costringere tutti a ridere tanto – con la speranza che si possano così imparare cose nuove sul proprio corpo, sulla propria barca e sulla propria pagaia (groenlandese).
Mi piace anche molto lavorare sugli aspetti psicologici della pagaiata, specialmente con le donne, e sono da tempo interessata a proporre corsi di “yoga con la pagaia groenlandese”: semplicemente perché amo lo yoga… e amo la mia pagaia groenlandese.

L’anno scorso ho iniziato ad interessarmi alla costruzione di kayak tradizionali groenlandesi e ho costruito un qajaq ed un iqyax tradizionale della Groenlandia meridionale, entrambi con Anders Thygesen di “Kayakkspecialisten Norway”. Spero di costruire anche un qajaq da rolling durante l’inverno. Per perfezionare la tecnica di costruzione occorrono anni ed io mi pongo in maniera estremamente umile rispetto al lavoro di Anders, degli altri costruttori e di tutti gli Inuit che hanno vissuto e cacciato in questo tipo di qajaq così tanti anni addietro…